My Cart
0.00

Humus di Lombrico

Cos’è l’humus di lombrico ?

L’humus di Lombrico  ( chiamato anche Vermicompost ) è un ammendante biologico prodotto dalla digestione di materia organica operata dai  Lombrichi. I lombrichi possono vivere in diversi tipi di suolo e la loro importanza viene spesso trascurata. Esattamente come un normale letame, il processo di digestione ed escrezione svolto ogni giorno dai lombrichi gioca un ruolo cruciale nella salute del suolo. Questi organismi sono molto utili perché metabolizzano efficacemente la materia organica e il prodotto risultante è un materiale già consumato ed espulso dal sistema digestivo del lombrico.

I fertilizzanti a base di vermicompost sono estremamente ricchi di batteri benefici, funghi e nematodi, che rivitalizzano il terreno ed apportano le giuste sostanze nutritive per le piante.

da letame a humus
processo microbico humus | Romana Humus

Humus di Lombrico

Come agisce  l’humus di lombrico ?

I batteri e i protozoi contribuiscono a mantenere la salute del suolo e a contrastare le malattie potenzialmente dannose e letali per le piante. Inoltre, sintetizzano anche l’ammonio contenuto nel terreno per formare nitrati.

È ricco di vita microbica che converte i nutrienti già presenti nel terreno in forme disponibili per la pianta. Trattamenti a base di Vermicompost permettono pertanto di sintetizzare Macro e Micro nutrimenti rendendoli disponibili prontamente  e facilitando di conseguenza la  crescita delle piante.

Batteri e funghi stimolano inoltre la crescita dell’apparato radicale, contribuendo ad aumentare la resistenza delle piante alle malattie. I nematodi sono “micro-animali” che si nutrono delle sostanze indesiderate contenute nel substrato delle piante e, quindi, aiutano a mantenere bilanciato e sano il suolo.

Lombrico Rosso Californiano

Caratteristiche Lombrico Rosso Californiano

Sono circa 8.300 le specie esistenti di Lombrichi, ma quelli maggiormente utilizzati per la produzione di Vermicompost sono 2.

Eisenia Fetida e Eisenia Andrei, comunemente chiamati Lombrichi Rossi Californiani, si adattano particolarmente grazie alla loro resistenza, voracità e riproduttività.  Sono infatti in grado di sopravvire a temperature comprese 0° e  35° a differenza di altre specie più delicate e riescono giornalmente ad ingerire fino a una quantità di scarti organici pari al loro peso.

I lombrichi non hanno né orecchie, né naso né veri e propri occhi. Grazie a cellule fotorecettrici alle due estremità sono tuttavia in grado di distinguere il buio dalla luce. Un senso tattile e gravitazionale permette loro di orientarsi nel sistema di gallerie. Con un senso della pressione percepiscono inoltre vibrazioni, talché possono mettersi in salvo in tempo all’avvicinamento di un predatore.

I lombrichi si accoppiano soprattutto in primavera e in autunno. Sono animali ermafroditi, ossia ciascun animale ha testicoli e ovaie. Gli animali sessualmente maturi presentano un ispessimento detto clitello nel primo terzo del corpo. Per riprodursi i lombrichi si intrecciano in posizione opposta uno rispetto all’altro e si scambiano gli spermi. In seguito formano un anello mucoso all’altezza del clitello dal quale si sfilano lentamente deponendovi uova e sperma.

Il lombrico del letame Eisenia foetida si accoppia più spesso e depone circa 140 bozzoli l’anno da cui nascono lombrichetti plurigemini.

Lombrico Rosso Californiano | Romana Humus